Archivia Marzo 2019

20 idee per post dei blog di viaggio per quando non stai viaggiando

20 idee di post per blog di viaggio per quando non stai viaggiando

Lo sapete tutti: di base sono una travel blogger. E in quanto tale leggo spesso la categoria dei “viaggi” dei blog. Spesso i travel blogger non viaggiano, per vari motivi (lavoro, famiglia, studio) e quindi leggo post che sono tra i più disparati: da come scrivere un post di viaggio a cosa mangiare a merenda. Ecco che mi è sorta la domanda: ma quando non viaggiamo di cosa possiamo scrivere? Quando abbiamo esaurito tutti i post possibili legati ai viaggi fatti? Ed eccomi qui con una elenco di 20 possibili post da scrivere quando non stai viaggiando o hai finito gli argomenti sui viaggi fatti.

1-Travel bucket list – E’ interessante leggere l’elenco dei viaggi che gli altri vogliono fare! Magari trovate qualcosa di interessante.

2-Keep it local – Mostraci la tua caffetteria indipendente preferita nella tua città! Il travel blogging non deve significare andare lontano. Guarda Raffaella e il suo blog su Bergamo.  Mostra alla gente che giornata è nella tua zona, se ci sono delle belle attrazioni o eventi, magari un buon ristorante.

3-Bagagli – Non è necessario viaggiare per scrivere di bagagli. Se sei mai stato in vacanza per un weekend o un viaggio lungo raggio – dacci la tua lista di cosa hai messo in valigia e i tuoi suggerimenti!

4-Prodotti per il trucco da viaggio – E’ vero, io non mi trucco, non è un segreto, ma io non sono tutte. C’è chi è costantemente alla ricerca di buoni prodotti da viaggio o suggerimenti per tutti i climi e le occasioni.

5-Come risparmiare per il tuo prossimo viaggio – Condividi i modi in cui stai risparmiando per il tuo prossimo viaggio e aiuta le persone a spuntare quella destinazione dalla loro lista.

6-Suggerimenti di volo – Quali sono state le tue esperienze migliori e peggiori su un volo? Hai qualche consiglio per rendere il viaggio un po ‘più facile?

7-Momenti di viaggio preferiti – Sei stato in qualche posto ma ne hai già scritto? Crea un diario fotografico di alcuni dei tuoi momenti preferiti!

8-Stili di capelli da viaggio – Condividi i tuoi consigli per lo styling dei capelli: qualunque tipo di capello tu abbia, i tuoi consigli possono tornare utili. Per esempio io adoro i cappelli, che mi aiutano a tenere i capelli a posto anche con il vento.

9-Trucchi di viaggio – Alcuni trucchi per rendere la vita un po’ più facile durante il viaggio. Che si tratti di campeggio, di spostarsi in città o di fare i bagagli, condividili!

10-App di viaggio preferite – C’è un’app per ogni cosa, persino i viaggi. Quali sono le tue preferite? Potrebbe essere una app per girare Londra, trovare voli economici o semplicemente essere in grado di trovare un buon caffè nella zona.

11-Ispira le persone a viaggiare – Perché ti piace viaggiare? Perché lo fai? Perché pensi che le altre persone dovrebbero viaggiare?

12-Consigli per la pelle – Viaggiare può essere duro per la tua pelle. Quindi cosa fai per proteggere la pelle prima / dopo il viaggio?

13-Domande e risposte sui viaggi – Chiedi ai tuoi follower di porre alcune domande di viaggio, in modo che tu possa dare loro i suggerimenti e le informazioni che desiderano.

14-Se avessi € 10.000 … – Dove andresti? Che faresti? Raccontaci il tuo viaggio dei sogni se avessi i soldi.

15-Fai una gita di un giorno – Ok, questo è tecnicamente un viaggio. Ma è molto più facile ed economico!

16-Suggerimenti per viaggiare da soli – Ci sono un sacco di persone che vogliono fare un viaggio da solista, ma lo trovano scoraggiante. Quali sono state le tue esperienze e cosa puoi condividere per aiutare chiunque cerchi di viaggiare da solo?

17-Libri di viaggio preferiti – Posso passare ore guardando attraverso un libro di viaggio un luogo, ammirando delle foto meravigliose.

18-Suggerimenti per viaggiare con un partner / con una famiglia – Può essere difficile mantenere la pace, specialmente se i viaggi sono lunghi. Allora, quali sono i tuoi consigli?

19-Consigli di viaggio economici – Conosci i dettagli della ricerca di un viaggio economico? Facci sapere! Tutti amano risparmiare un po ‘di euro, anche sui viaggi. Quindi, che si tratti di una gita a Londra o di una settimana in Tailandia, quali sono i tuoi consigli di viaggio economici?

20-Consigli per le foto di viaggio– Sai come fare le foto quando viaggi da solo? O forse hai insegnato alla tua metà a scattarti le foto?. Quali sono i tuoi consigli?

Ecco fatto! Spero che questi suggerimenti vi aiutino. Amo scrivere di viaggi e sono fortunata perché posso farlo a tempo pieno. Ma può essere difficile sapere di cosa scrivere quando non viaggi a tempo pieno.

Chi sono le Buyer Personas e come trovarle

E’ un termine che in questo ultimo periodo compare spesso in rete, per chi fa marketing è una cosa normale. Per chi fa blogging un po’ meno. O meglio, noi blogger abbiamo a che fare con le Buyer Personas spessissimo ma non ne siamo consapevoli.

Chi sono le Buyer Personas?

Per buyer persona si intende il ritratto di un utente che incarna un segmento del nostro pubblico di riferimento. La rappresentazione generalizzata del cliente ideale di un’azienda, il punto di partenza per identificare i potenziali clienti.

(Ninja Marketing)

Questa la definizione che trovate su uno dei tanti siti che si occupano Marketing Online. Vi starete chiedendo quanto interessi a noi questa figura. Tanto. Anzi tantissimo. Noi blogger abbiamo due tipi di Buyer Personas: i lettori e i potenziali investitori nel nostro blog e nei nostri contenuti. Identificarli in modo corretto ci aiuta a creare dei progetti mirati e quindi più facilmente monetizzabili.

Vuoi sapere come creare progetti precisi e interessanti? Prova il corso Full Time Blogger e chiedi la consulenza gratuita per vedere se fa per te.

Come identificare i Buyer Personas?

Ci sono tanti fattori che vanno presi in considerazione: dovete andare veramente a fondo negli interessi e non solo delle persone con cui avete relazione. Nello specifico, come vi dicevo, noi fulltime blogger abbiamo due tipi di Buyer Personas: i lettori e i potenziali investitori.

Cominciamo a capire come identificare i potenziali investitori

Dobbiamo capire prima di tutto cosa possiamo offrire. Solo in questo modo potremmo arrivare a comprendere a chi possiamo fare delle proposte di collaborazione, che siano post a pagamento o progetti a più ampio raggio. Quindi cercate persone che siano nella vostra nicchia o in nicchie vicine alla vostra. Cercate di trovare, nelle aziende che selezionate, le persone giuste con cui parlare, in questo Linkedin può diventare un ottimo strumento. Fate un’analisi precisa di quello che vi accomuna all’azienda e di quello che potrebbe essere utile all’azienda e voi potete dargli. Più informazioni riuscite ad avere in questo senso, più potete andare a fondo e arrivare vicino al vostro obiettivo: portare a casa una collaborazione.

Spesso capita che i blogger trascurino questa analisi dettagliata nel selezionare le possibili collaborazioni. Come risultato ci si trova a fare post per 10 euro o per nulla e magari con aziende che poco hanno a che fare con il target dei nostri lettori.

Ed eccoci al secondo tipo di Buyer Personas: i lettori

Dobbiamo trattare i lettori come fossero nostri clienti. Perchè sono loro che, grazie alla lettura dei nostri post, ci danno modo di poter avere nuove collaborazioni. Dobbiamo fare un’analisi di quali sono i loro interessi, di come possiamo stuzzicarli di più, di quali sono le loro esigenze e di come possiamo colmarle. Non è facile e serve tanta pazienza, lo so. Ma se riuscite a fare questa analisi, riuscirete anche ad avere un blog molto più seguito e persone molto più coinvolte. Alla fine per avere collaborazioni serie dobbiamo dimostrare di essere seri anche noi. E nulla è più serio di rispondere alle esigenze dei nostri clienti. Non farlo sarebbe come pensare di voler vendere pane a un cliente che cerca un bullone. Ok esempio un po’ sopra le righe ma sono certa che mi avete capita.

Vi regalo uno schema per aiutarvi a definire i vostri lettori.

La routine del Blogger a tempo pieno

La todo list di una blogger a tempo pieno

Quando si parla di blogger a tempo pieno, sembra che o non faccia nulla o lavori troppo. O, almeno, queste sono le due cose che dicono a me. Se mi vedono (o credono di vedermi) troppo al pc, mi dicono che lavoro troppo. Se non mi vedono (o credono di non vedermi) dicono che non faccio nulla. Da quando poi ho scelto la vita di nomade digitale , ovvero di lavorare da remoto, non da un ufficio fisso, girando e visitando città e paesi, anche peggio. Sembra che noi, che facciamo i fulltime blogger e i nomadi digitali non abbiamo nessun tipo di abitudine fissa, che ci si lasci andare un po’ a caso. In realtà non è così.

Maggiori informazioni