Diventare Blogger

Diventare Blogger

Diventare Blogger

Quando ero piccola scrivevo diari. Diari di carta. Diari segreti. Scrivevo su quaderni e su vecchie agende. Ovunque si potesse scrivere. Non esisteva internet e non esistevano i blog. A scrivere in rete ho iniziato il 13 aprile del 2008, con un blog che si chiamava “Il diario di Sangel”. Notizia verificabile perché è ancora online anche se abbandonato. E da allora non ho più smesso di farlo.

Cosa vuol dire essere blogger per me

Se c’è una cosa che non riesco a fare è scrivere su commissione. O meglio. Posso anche scrivere perché ho un accordo con un tale sponsor o una collaborazione con un’azienda. Ma devo farlo a modo mio e quando voglio. Non riesco a stare nel paletto delle “almeno 600 parole”, nemmeno nel “la parola da usare deve essere questa e deve essere ripetuta tot volte”, soprattutto non posso stare nei tempi che dicono alcuni “entro 24 ore dall’accettazione dell’incarico”. Per me essere blogger è poter scrivere seguendo anche la mia passione, la mia voglia e il mio umore. Oggi magari ho voglia di scrivere dieci post e non uno e domani magari nessuno. Oggi ho voglia di scrivere di cucina e domani di viaggio. Non è detto che io debba scrivere per forza tutti i giorni. Ecco. Mi sono rivelata. Non posso rispondere a chi mi vuole comandare a bacchetta.

Perché ho scelto di fare la blogger?

Perché voglio essere libera di muovermi, libera di raccontare, libera di farlo dove voglio e quando voglio. Ci sono certo dei compromessi, ma me li faccio pagare. Se devo scendere a compromessi è giusto che sia uno sforzo ben corrisposto. Altrimenti non lo faccio. Fare la blogger è anche questo. Non credete a chi dice che sia bellissimo sempre. Non lo è se dovete scrivere un guest post a 5 euro su di un brand di cui non vi interessa nulla, ma dovete farlo perché quella piattaforma altrimenti non vi da più altri post da scrivere. Non fatelo per il vostro blog. Fatelo per dei portali, ma non sul vostro blog. Il blog è il vostro spazio sacro. Avreste mai permesso a un’azienda di pagarvi briciole per far leggere a vostra mamma (che tanto lo sappiamo tutti che i nostri diari segreti erano segreti per noi non per le mamme), esperta cuciniera, di quel dolce meraviglio fatto con quel prodotto genuino, quando a voi interessava solo scrivere di quel ragazzo figo dell’ultima fila (nella mia classe eravamo tutte donne) o di quel vestito favoloso in vetrina che costava però troppo? Bene potete ragionare ancora così, o almeno io lo faccio.

Vuoi diventare una Full Time Blogger?

Pensate ai vostri desideri, a quello che vorreste fare e come lo vorreste fare. E costruite un modo per arrivare a farlo. Costruite un progetto che vi permetta di mantenere il vostro blog così come è nato, ma essendo pagate per farlo. Cercate di non scendere a compromessi. Cercate di non scendere nel girone dei post scritti per pochi euro, che sono pochi sempre anche se sembrano tanti quando qualcosa non vi piace o che snatura il vostro blog.

E se vi serve una mano per iniziare, per creare il vostro progetto, ho pensato a un percorso in 10 lezioni e qualche video che vi può aiutare. Se volete maggiori informazioni scrivetemi e sarò felice di raccontarvi tutto quanto.